PERCHE’ DEVI ASSOLUTAMENTE CREARE UNA STORIA LEGATA ALLA TUA FIGURA SE VUOI AUMENTARE LE TUE VENDITE (IN MODO CHE LE PERSONE, UNA VOLTA CHE HANNO LETTO QUALCOSA DI TUO, NON VOGLIANO PIU’ COMPRARE IL TUO PRODOTTO DA QUALCUN ALTRO)

Ok il target.

E ok l’essere lo specialista.

Come abbiamo visto negli articoli scorsi queste sono due cose fondamentali per essere incisivi nella comunicazione e avere un funnel che converte veramente.

Devi avere un target di persone definito che abbiano esperienze comuni e un desiderio profondo di risolvere un problema (e guarda a caso il tuo prodotto fa proprio per loro).

E devi essere lo specialista nella risoluzione di quello specifico problema particolare che solo quella persona con cui hai a che fare crede di avere.

Come spesso faccio, per il bene del tuo funnel, ora aggiungo un livello di profondità al tutto. Eh lo so, la bacchetta magica non esiste purtroppo.

Ma lo faccio affinché tu sia ancora più potente quando comunichi.

Aggiungiamo al giusto target e alla nostra professionalità, la nostra storia.

Supereroi CopyFunnel

Che significa?

Significa che dobbiamo comunicare costantemente chi siamo e da dove veniamo (non luogo geografico, ma esperienza vissuta).

Raccontare più volte la nostra storia ha una doppia valenza

  1. Serve ad attestare che la nostra professionalità non è nata da un secondo all’altro ma ha radici profonde. E per questo siamo intimamente spinti a fare ciò che facciamo per il prospect.
  2. È un elemento nel quale le persone si possono identificare e che fa si che si “affezionino” a noi. Nel senso che si sentiranno più comprese nel sapere che anche noi eravamo nella loro situazione o che abbiamo aiutato con successo decine di persone che si trovavano nella loro situazione

Devi raccontare la tua storia in tutti i tuoi materiali di marketing: nei post, negli articoli del blog, e nelle sales letter.

Ovviamente non tutta la storia, ma tutte le parti che sono rilevanti per il tuo target.

Creata la storia la puoi sempre arricchire con aneddoti vecchi o casi nuovi.

Inoltre le storie creano molta connessione tra lo scrittore e il lettore.

Ricordati di fare questa cosa contro intuitiva quando racconti la tua storia:

NON RACCONTARTI COME SE FOSSI UN EROE PERFETTO.

Le persone adorano leggere le storie di altre persone ma odiano quando il protagonista è un eroe troppo perfetto.

Anzi, non le leggono proprio storie così.

Il motivo è che se il lettore non si immedesima nel protagonista allora smetterà di leggere.

Non importa quanto bene sia scritta la storia.

Perché venga letta c’è bisogno di identificazione.

“Eh ma Davide come faccio a far identificare il lettore?!? Di sicuro non ha avuto le mie vicissitudini, non ci si riconoscerà mai!”

Giusto.

Ora lascia che ti sveli una cosa segretissima che chi scrive per mestiere conosce bene e non vuole che gli altri sappiano:

NON SERVE CHE IL LETTORE SI IMMEDESIMI NEI FATTI DELLA TUA STORIA, OCCORRE CHE SI IMMEDESIMI NEI SENTIMENTI DELLA TUA STORIA.

Ma che significa?

Significa che i fatti che succedono ad ognuno di noi sono differenti, ma c’è una costante.

I sentimenti che proviamo.

Non ha importanza se tu e il lettore avete fatto esperienze diverse, sicuramente ci sono stati infiniti momenti che avete provato gli stessi sentimenti.

E questo perché le vicissitudini sono milioni ma i sentimenti che l’uomo prova sono sempre gli stessi:

  • felicità
  • tristezza
  • gioia
  • amore
  • dolore
  • paura
  • frustrazione
  • vergogna
  • lutto

Questi sono sentimenti che chiunque ha provato, e creano una forte empatia.

Se tu ti descrivi come perfetto, invincibile, senza problemi o preoccupazioni non attrai l’interesse di nessuno.

Al contrario è nei punti deboli che si scatena l’empatia.

Chi ti legge sa di avere dei difetti, e leggendo che anche tu non sei perfetto ti vede come persona reale e non finta e costruita.

Superman non avrebbe scatenato l’interesse di nessuno se non fosse esistita la criptonite in grado di averlo in pugno (a proposito, devi sapere che la criptonite è stata aggiunta in un secondo momento dai creatori di Superman, quando si sono resi conto che il pubblico era annoiato e non comprava più quei fumetti dato che lui ogni volta arrivava e faceva piazza pulita senza essere minimamente scalfito).

Nessuno avrebbe raccontato le imprese di Achille se non avesse avuto il suo piede “mortale” che alla fine l’ha fatto perire.

L’uomo ragno, mentre non ha la maschera è un ragazzo un po’ sfigato, e chiunque si può immedesimare in lui e nelle sue difficoltà quotidiane.

Io stesso non sono perfetto, sono spesso maniaco e mi impunto su piccolezze tali che a volte il cliente mi prende per matto. Ma alla fine è proprio questa mia ossessione che mi fa scrivere pezzi che convertono!

Hai capito il senso?

Ottimo, ora fallo come esercizio.

Crea la tua storia personale nella quale i tuoi clienti si devono immedesimare.

Racconta le cose che a loro possono interessare, poi infarciscila di sentimenti e “punti deboli”.

Ecco che hai creato una potentissima arma di connessione fra te e chi ti leggerà.

In questo modo chi leggerà i tuoi materiali sarà irresistibilmente attratto dalla tua figura, e non vorrà comprare da nessun altro ciò che puoi vendergli tu.

Al copy del tuo Funnel che funziona

Davide Recchia

P.S. Scaricati la Checklist CopyFunnel e migliora da subito il tuo copy prestando attenzione ai 109 punti di copy che non devi tralasciare! Buone conversioni!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *