COME FARE PER TROVARE IL TUO TARGET IDEALE CON CUI COMUNICARE, SENZA PERDERE TEMPO CON GENTE DI CUI NON AVRAI MAI L’ATTENZIONE

OK Davide, ho capito perché è importante avere un preciso target di riferimento al quale scrivere copy per avere un funnel  più efficace, ma questo target come lo trovo?

Ottima domanda.

Non è facile.

Non è automatico.

Non è immediato.

Occorre lavorarci su seriamente.

Ma il tempo perso sarà ripagato e farà tutta la differenza di questo mondo.

Si perché una volta individuate le persone che sono più in linea col tuo messaggio, la tua esperienza e il tuo vissuto, arrivare a loro sarà molto più facile che parlare generico un po’ per tutti.

Se scrivi a degli studenti, devi sapere che per lo più sono squattrinati, quindi plasmerai il tuo messaggio per toccarli dove sono più sensibili per farli sentire compresi.

Con il tuo copy (per lo più su un blog o tramite post di Faccebook) farai capire agli studenti che esiste un’alternativa al vivere da squattrinati, che c’è un modo per permettersi una pizza in più con gli amici o una giornata in piscina (se per esempio vendi un prodotto che può essere rivenduto da loro). Oppure puoi dirgli che studieranno in meno tempo, ricordandosi più cose (se vendi per esempio i corsi di memoria e lettura veloce).

Se il tuo target sono le mamme che passano la giornata accudendo i figli, portandoli dalla scuola al campetto da calcio, creerai un messaggio indirizzato a queste mamme facendole sapere che hai un prodotto che le risolve una specifica esigenza.

ATTENZIONE a non fraintendere!!

Non intendo dire che ci sono comparti stagni per cui:

  • devi parlare solo a studenti
  • devi parlare solo alle mamme
  • devi parlare solo alla categoria X

Intendo dire che un funnel è molto più efficace se parla ad una sola categoria.

Se vuoi vendere a più categorie crei più funnel.

Ads differenti, che portano ad opt-in page differenti, che conducono a landing differenti. Differenti materiali di front end da scaricare e diverso follow-up per email.

Certo è più complesso, ti consiglio di partire con un solo funnel ed ottimizzarlo, solo dopo puoi passare al secondo.

Per esempio, metti che fai corsi di respirazione per aumentare la capacità polmonare.

Chi è il tuo target?

“Tutti respirano, tutti possono essere interessati al mio corso!”

NO.

Se parli a tutti il messaggio non arriverà nessuno.

E come chiameresti il tuo blog? “Respirarebeneserveproprioatutti.com”

Rivolgiti a chi fa immersioni piuttosto.

A chi fa apnea e scende a 200mt.

Chiami il blog “respiroprofondo” e parli a loro.

E ci crei un funnel dedicato.

Certo riduci i possibili interessati.

Ma come abbiamo visto nello scorso articolo meglio parlare a 10.000 persone in target e convertirne il 50% che parlare a 1.000.000 di persone e convertirne lo 0.1%.

Meno fatica, più risultati.

Poi, metti che il tuo corso sia interessante anche per calciatori professionisti, e quindi crei un altro funnel dedicato a loro.

E cos’ via, per tutte le categorie di persone a cui vuoi vendere.

Quindi, quando crei il tuo funnel rivolgiti sempre e solo ad un target specifico che hai scelto

Bene.

Ma come lo trovo il target perfetto per me?

Con la ricerca.

Se fai impresa da molti anni probabilmente lo sai già chi è il tuo target migliore (ma potresti scoprire che il tuo prodotto è perfetto anche per categorie alle quali non avevi pensato).

Se non sai da dove cominciare con la ricerca CONTATTAMI cliccando qui, posso certamente esserti d’aiuto.

Al copy del tuo Funnel che funziona

Davide Recchia

P.S. Scarica subito la Checklist CopyFunnel, e scopri i 109 punti da controllare PRIMA di spendere soldi portando traffico al tuo funnel!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *