STORIA + MISSION: COME ESSERE UN EROE AGLI OCCHI DEI TUOI POTENZIALI CLIENTI, E FARE IN MODO CHE DESIDERINO AVERE A CHE FARE CON TE

Eccoci qui per un altro entusiasmante appuntamento di copy, che può potenziare il tuo funnel.

Negli scorsi articoli abbiamo visto che per essere attrattivi nei confronti dei prospect e fare in modo che vogliano avere a che fare con noi, dobbiamo assolutamente raccontare

  • La nostra storia
  • La nostra mission

Da qui non ci si scappa.

Le persone vogliono avere a che fare con altre persone.

Non vogliono comprare tanto per comprare, a meno che non si tratti di un bene indifferenziato, di prima necessità, o di un’urgenza.

Tutti noi vogliamo innanzitutto instaurare un minimo di rapporto con un venditore, se non altro per capire la bontà delle sue intenzioni e del suo prodotto, senza restare vittima di truffatori.

Viaggio eroe copyfunnel

La fiducia è un elemento chiave che ognuno cerca prima di acquistare.

E come si crea un rapporto di fiducia?

Esponendo la propria personalità, la propria storia e il motivo che ci spinge a fare ciò che facciamo.

Ok la storia, ho capito che la devo raccontare senza omettere i miei punti deboli perché sono proprio quelli che creano il legame con il lettore.

E ok, mission grande e importante nella quale il prospect si possa identificare.

(Se ti sei perso i precedenti 2 articoli che approfondiscono proprio questi 2 punti ti invito a rileggerteli: sono rispettivamente: “perché devi assolutamente creare una storia legata alla tua figura se vuoi aumentare le tue vendite e fare in modo che le persone, una volta che hanno letto qualcosa di tuo, non vogliano più comprare il tuo prodotto da qualcun altro” e “perché fai quello che fai. ovvero come puoi cambiare la percezione che gli altri hanno di te”)

Storia e mission non si possono raccontare a caso, occorre avere un preciso schema di narrazione affinché siano efficaci.

E quindi come posso unirli in modo efficace per creare contenuti incredibili che tengano incollati i prospect e che li trasformino in clienti veri?

Ottima domanda amico mio, sei sempre più scaltro vedo.

Beh questa è la domanda da un milione di euro.

La domanda che ogni copywriter si pone ogni giorno e cerca di saltarci fuori con una risposta intelligente.

Certamente una risposta definitiva non c’è, ma se non altro c’è una solida base di partenza, che voglio condividere con te proprio in questo articolo.

Stai bene attento perché è fondamentale!

Storia e Mission vanno coniugate seguendo quello che è stato definito “IL PERCORSO DELL’EROE”.

Christopher Vogler, approfondendo gli studi fatti da Campbell sulla struttura delle storie e dei miti, nei quali viene evidenziato come ogni storia ha un preciso percorso da seguire per essere avvincente e stimolante.

E questo pattern è lo stesso usato nei miti antichi (Iliade, Odissea, Epopea di Gilgameš…), nelle storie bibliche, nei libri e nei film.

Momenti chiave di passaggio da uno stadio all’altro, sempre presenti.

Ogni racconto ha quindi degli elementi universalmente rintracciabili nel viaggio di un eroe, dunque è possibile tracciare un atlante dei comportamenti di un eroe: una mappa per il suo viaggio di trasformazione (cresce, cambia, fa un percorso da un modo d’essere a un altro).

Sono dodici fasi sul cui telaio stanno appunto le molte possibili varianti ma, sintetizzando, si potrebbe dire che la tesi di Vogler sia che la quasi totalità delle storie moderne si basino in realtà su modelli di storie.

E anche la tua deve seguire questo preciso percorso, che è così composto:

  1. Mondo ordinario
  2. Chiamata all’avventura
  3. Rifiuto della chiamata
  4. Incontro col mentore (il vecchio saggio)
  5. Superamento della prima soglia
  6. Prove, nemici, alleati
  7. Avvicinamento alla caverna più recondita (seconda soglia)
  8. Prova centrale
  9. Ricompensa
  10. Via del ritorno
  11. Resurrezione (terza soglia – climax)
  12. Ritorno con l’elisir

Il Mondo Ordinario è la situazione di partenza, stabile pure coi suoi mille problemi e complessità.

La Chiamata all’avventura è l’evento che ci spinge ad uscire dal proprio mondo ordinario e fare qualcoa che non aveva mai fatto prima per migliorare qualcosa, aiutare un amico ecc…

Il Rifiuto della chiamata è il momento in cui l’eroe se la fa sotto e decide di non agire perché è troppo pericoloso oppure non ne ha troppa voglia. Non è ancora sufficientemente motivato.

Successivamente c’è l’incontro col mentore, una persona che ci fa vedere le cose da un altro punto di vista e ci fa comprendere quale sia la verità e perché non dobbiamo dare retta alle false credenze o alle nostre paure.

Il Superamento della prima soglia è quando si parte per l’avventura, si lascia il mondo ordinario per raggiungere la nostra meta, seguire la nostra mission.

La parte seguente è la storia vera e propria, il susseguirsi di avvenimenti che ci mettono alla prova, ci fanno fare amici e stringere alleanze e che ci fanno anche trovare nemici da sconfiggere per poter proseguire. Qui è dove viene fuori davvero l’animo dell’eroe, si capisce se è portato per l’avventura e all’altezza delle sfide. Se è socievole troverà lungo il percorso molti amici, se è determinato sconfiggerà anche i nemici più bastardi e insidiosi.

Nel punto di Avvicinamento alla caverna più recondita (seconda soglia), l’eroe è molto vicino alla soluzione, sembra che abbia ormai la vittoria in pugno e che il peggio sia già passato.

In realtà non è così, infatti c’è ancora la Prova centrale da affrontare. La più avvincente e difficile, quella che metterà davvero in difficoltà l’eroe. Probabilmente sembrerà che non ce la possa fare stavolta ad affrontare la sfida.

E invece ce la fa eccome (altrimenti che eroe sarebbe?), e ottiene la sua Ricompensa. A questo punto “festeggia” il grande successo e sembra che ci sia solo da tornare a casa, e che tutto sia finito.

Si narra quindi la via del ritorno, l’eroe non è ancora fuori dai pericoli e le insidie non sono ancora finite, ma lui è stato profondamente trasformato dal suo percorso e ora vede le cose in maniera diversa.

Poi c’è la così detta “risurrezione”. Non è la prova più grande, ma la definitiva. È come un esame finale per provare che si è imparata la lezione nel mondo straordinario, e che quindi si può tornare vincitori nel mondo ordinario. Questa è ancora piena di pericoli e il nostro eroe potrebbe morire.

Invece non muore e fa ritorno nel mondo ordinario con l’elisir: L’eroe è tornato rinato, definitivamente cambiato, e ha portato con sé l’esperienza raggiunta, un dono da usare nel mondo ordinario. Ora è più consapevole, una persona definitivamente migliore in grado anche di aiutare le altre che sono nella stessa situazione in cui si trovava lui.

Ok, questo è tutto.

Direi che ne hai di materiale per far si che il tuo copy trattenga i lettori come una calamita.

Segui questo schema e avrai buoni risultati.

Al copy del tuo Funnel che funziona

Davide Recchia

P .S. Quasi dimenticavo, scarica la Checklist coi 109 punti di copy che devi essere certo di aver messo nel tuo funnel! Clicca qui!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *